Da che mondo è mondo…

Da che mondo è mondo in ogni attività lavorativa ci sono quelli professionali, onesti e quelli un po’ meno professionali e un po’ meno onesti, e questo a maggior ragione se l’attività è una di quelle non riconosciute, che non passano al vaglio di un percorso di studi che qualifichino la professionalità di chi la esercita.

Leggi Tutto »
No Comment

L’astrologia nel mondo arabo antico

Il 16 luglio del 622 d.C. il profeta Muhammad (570?-632), a seguito delle ostilità a lui rivolte dalle autorità politiche e religiose per le sue prediche monoteiste, fu costretto a emigrare (egira) dalla città della Mecca verso Medina (allora Yathrib).

Leggi Tutto »
No Comment

Il calendario islamico

Introdotto dal profeta Muhammad (570?-632), che abolì il vecchio calendario luni-solare, è di natura rigorosamente lunare. Si basa su un ciclo di 30 anni di 12 mesi lunari ciascuno; ogni mese è composto di 29 o 30 giorni, per un totale di 354/355 giorni in un anno.

Leggi Tutto »
No Comment

Testi perduti, testi ritrovati

Sono passati seicento anni da quando, nel 1417, il terranuovese Poggio Bracciolini (1380-1459), storico e umanista, appassionato di ricerche storiche, cultore dell’antichità, assiduo frequentatore delle biblioteche di monasteri all’avida ricerca di manoscritti,

Leggi Tutto »
No Comment

L’astrologia nella Roma antica

I Romani ebbero un ruolo marginale nella costruzione di un corpus astrologico: ciò che sapevano di astrologia era loro arrivato dai Greci, e quindi più che di astrologia dovremmo qui parlare, inizialmente,

Leggi Tutto »
No Comment
No Comment

La settimana

Perché “lunedì” si chiama così? E perché dopo il lunedì abbiamo il martedì e non, che so, il giovedì o il sabato?

Leggi Tutto »
No Comment

Effetto Venere

Un mio articolo pubblicato su “Linguaggio Astrale” n. 84 – Autunno 1991

Le impressioni che seguono presero corpo durante la partecipazione, nel febbraio 1991, a Prato, a un Seminario su «La repressione della bellezza» tenuto da James Hillman[1] (relazione al Seminario: «La pratica della bellezza»), Thomas Moore[2] (relazione al Seminario: «Potere della bellezza, Marte-Venere…») e Francesco Donfrancesco[3] (relazione al Seminario: «Nascita di Venere»).

Leggi Tutto »
No Comment

Anima, Corpo, Mente e Spirito

Sappiamo che i quattro elementi in cui vengono suddivisi i Segni dello zodiaco, cioè Fuoco, Terra, Aria e Acqua, sono accomunabili sia alle quattro componenti dell’Essere Umano così come queste ci provengono dalla Tradizione Esoterica sia alle quattro Forze della Natura, come possiamo vedere nella tabella qui sotto.

Leggi Tutto »
No Comment

Anniversari. Prima e dopo Cristo

Nel 525 papa Giovanni I dette incarico al monaco russo Dionigi il Piccolo (o l’Esiguo, da Dionysius Exiguus) di riordinare i calcoli relativi alla nascita di Cristo così da ottenere una precisa definizione della data annuale della Pasqua.

Leggi Tutto »
No Comment

Le stelle e i problemi alla vista

Secondo gli antichi anche le stelle, come i pianeti, possono essere incluse nel novero degli elementi da considerare per quanto riguarda i problemi di salute, in special modo per quelli interessanti gli occhi.

Leggi Tutto »
No Comment
No Comment
No Comment

Gli asteroidi nel Tema di Gioachino Rossini

Giovacchino Antonio Rossini nacque a Pesaro il 29 febbraio 1792 alle ore 10.00 locali. Talento precoce, aveva nel sangue la musica essendo nato in una famiglia di artisti: il padre Giuseppe suonava il corno nella banda cittadina e nelle orchestre locali e la madre Anna Guidarini era modista ma anche una discreta cantante col suo bel civettuolo seguito di ammiratori.

Leggi Tutto »
No Comment
No Comment
No Comment

DNA: la scoperta

Il DNA (acido desossiribonucleico) è un acido contenuto nel nucleo delle cellule e che contiene le informazioni genetiche ed ereditarie di ogni individuo. Si presenta come una lunga catena a doppia spirale o elica.

Leggi Tutto »
No Comment

Informazioni Storiche (8)

Il separatore decimale

Nel 1585 apparve un’opera dal titolo: “De Thiende” (Il Decimo) del matematico e patriota fiammingo Simon Stevin (1540-1620). In quel libro, per la prima volta in Europa, comparve una sistematizzazione del modo di usare e scrivere le frazioni decimali utilizzando un separatore per la parte intera.

Leggi Tutto »
No Comment

Il compleanno dell’anima

Sole e Luna sono gli archetipi del maschile e del femminile, dello yang e dello yin. Il Sole è diurno, la Luna è notturna. Il Sole è “esterno”, la Luna è “interno”. Sole e Luna sono il Re e la Regina.
Oggi diamo molto “peso” al Re; e la Regina?

Leggi Tutto »
No Comment

Energie archetipiche 2

Questo post fa seguito a quello inserito l’8 aprile 2016 (vedi).
Parlavamo degli Elementi astrologici, cioè Fuoco, Terra, Aria e Acqua, abbinandoli alle quattro Forze o Interazioni, cioè la Forza Gravitazionale, la Forza Elettromagnetica, la Forza Nucleare Forte e la Forza Nucleare Debole.

Leggi Tutto »
No Comment

La casa di Dio

Le Case Derivate sono un sistema di lettura del Tema astrale già conosciuto dagli antichi ma che è stato modernamente sistematizzato dall’astrologo francese Eudes Picard (1867-1932).

Leggi Tutto »
No Comment

Le Effemeridi. Breve storia

Il termine “effemeride” viene dal greco ephēmeris, col significato di “diario”, “registro quotidiano”, e si riferiva a una tavola dove anticamente venivano annotati giorno per giorno gli atti del re.

Leggi Tutto »
No Comment

Energie archetipiche

La maggior parte delle Tradizioni esoteriche afferma che l’Uomo è composto da quattro “ingredienti”: Spirito, Anima, Mente e Corpo. Queste quattro componenti hanno un riscontro con quelli che sono gli “agenti” del Creato, cioè Fuoco, Acqua, Aria e Terra.

Leggi Tutto »
No Comment

Segni e Costellazioni?

È singolare, per non dire altro, che chi dà contro all’astrologia adducendo ad esempio ignoranze degli astrologi sulla precessione degli equinozi («Ma come! Dite ancora che chi è nato il 27 marzo è dell’Ariete? Ma non vi siete accorti che le costellazioni sono slittate all’indietro?») non sappia niente di astrologia.

Leggi Tutto »
No Comment

Informazioni Storiche (7)

La colonna astrologica di Parigi.

La fiorentina Caterina de’ Medici (1519 – 1589), figlia di Lorenzo II de’ Medici, era una grande appassionata di astrologia. Quando nel 1547 andò in sposa a Enrico II di Valois re di Francia trovò a Parigi un ambiente consono a questa sua passione giacché la famiglia Valois, già da secoli, già dai tempi di Cecco d’Ascoli, era fortemente interessata alla materia.

Leggi Tutto »
No Comment

Da chi “discendono” gli astrologi?

Nel 1689 usciva a Firenze un testo dal titolo: “Trattato Astrologico Di Quanto Influiscono Le Stelle Dal Cielo A prò, e danno delle cose inferiori per l’Anno 1690. Calcolato Alla Longitudine, E Latitudine Della Città Di Firenze[1]. L’autore era l’astrologo Bartolomeo Albizzini, nato a Firenze nella prima metà del Seicento da nobile famiglia aretina lì stabilitasi nel XIV secolo.

Leggi Tutto »
No Comment

L’Accademia della Crusca

L’Accademia della Crusca, punto di riferimento per le ricerche sulla lingua italiana, venne fondata a Firenze il 25 gennaio 1583, o meglio, quel giorno vennero gettate le basi delle leggi e degli statuti del sodalizio, mentre la cerimonia inaugurale avvenne il 25 marzo 1585, primo dell’anno fiorentino.

Leggi Tutto »
No Comment

Informazioni Storiche (6)

A Denderah (Ta-netheret, “la città della dea”), in Egitto, nel Tempio della dea Hathor, sul soffitto della piccola Cappella dei Misteri, si trova uno zodiaco astronomico scolpito tra il I secolo a.C. e il I secolo d.C. ma orientato sugli equinozi e i solstizi del 4499 a.C.

Leggi Tutto »
No Comment

Guelfi e Ghibellini: 1216-2016

Gennaio 1216. Campi Bisenzio, alle porte di Firenze. Al castello della nobile famiglia dei Mazzinghi (arrivati in Toscana secoli prima insieme alle truppe di Carlo Magno) si stava svolgendo una grande festa per l’avvenuta investitura a cavaliere di Mazzingo Tegrimi; erano presenti alcune fra le più importanti famiglie fiorentine: gli Amidei, i Buondelmonti, i Fifanti, i Lamberti, gli Uberti.

Leggi Tutto »
No Comment

Informazioni Storiche (5)

La più antica rappresentazione figurata di uno zodiaco si trova sul soffitto del portico del tempio del dio Khnum (dio dalla testa di ariete), a nord-est di Esna (Ta-Senet per gli Egizi; Latopolis per i Greci), in Egitto, e risale al 200 a.C.
Venne costruito sotto il regno di Tolomeo III Evergete (284 – 222 a.C.).

Leggi Tutto »
No Comment

L’Accademia Nazionale dei Lincei

È l’Accademia scientifica per eccellenza, una fra le più antiche e blasonate che abbiamo. Certamente la più antica a livello internazionale.
Fu costituita a Roma domenica 17 agosto 1603, ma venne poi astrologicamente ufficializzata il giovedì 25 settembre 1603 alle ore 09.40 locali.

Leggi Tutto »
No Comment
No Comment

Giove, se ci sei batti un colpo

Chi pratica l’astrologia sa che a volte non tutte le ciambelle riescono col buco, ovvero non sempre le nostre supposizioni (ché di questo si tratta) sugli “effetti” di un pianeta o di un suo transito centrano il bersaglio.

Leggi Tutto »
No Comment

Un pronostico mal digerito

Non sempre ciò che è scritto nei pronostici viene preso bene dal committente di turno, in special modo se il responso è avverso a ciò che egli si aspettava. Ben lo sapevano gli astrologi del passato che avevano a che fare con i capricci di nobili e regnanti e che per questo dovevano calibrare con la massima cura ciò che scrivevano.
Sì perché sbagliare responso o pronosticare

Leggi Tutto »
No Comment

Informazioni Storiche (3)

Lo zodiaco europeo più antico.

Nel villaggio di Nakovanj, nella penisola adriatica di Pelješac, a 5 km da Lovište (Croazia), si trova, affacciato sul mare, un antico e ben conservato santuario illirico [1].
Lì, nel 2000, un gruppo di ricercatori facenti parte del “Nakovana Project”, fra i quali Stašo Forenbaher, dell’Institute for Anthropological Research di Zagabria,

Leggi Tutto »
No Comment

Asteroidi: gli Dèi del quotidiano

La mia relazione tenuta al II Convegno Adriatico di Astrologia “Astrologia per conoscere l’uomo“, Pescara, Italia, 6 Ottobre 2012 (pubblicata negli Atti).

In questo mio intervento leggeremo il Tema natale di Gabriele D’Annunzio con l’inserimento degli Asteroidi e interpreteremo il loro impatto nelle vicende della sua vita.

Parafrasando il noto libro di Howard Sasportas [1] possiamo vedere gli asteroidi, che nella maggior parte dei casi hanno nomi di eroi e semidèi (quindi diversi dai pianeti che si fregiano del nome delle grandi divinità olimpiche e pre-olimpiche),

Leggi Tutto »
No Comment

Informazioni Storiche (2)

Il più antico oroscopo originale in lingua greca che ci è pervenuto riguarda il re-astrologo Antioco I di Commagene (regione posta nell’odierna Turchia sud-orientale, al confine con la Siria): porta la data del 17 luglio 69 a.C. (altri danno il 7 luglio 62 a.C.) e dovrebbe indicare la sua data di nascita. Venne fatto scolpire dallo stesso re nella sua tomba-santuario

Leggi Tutto »
No Comment

Lo Gnomone del Duomo di Firenze

Un mio articolo pubblicato su “CentoStelle“, rivista del CIDA Toscana – Anno II, Estate 2005

Tecnicamente lo gnomone è l’estremità di un’asta (o anche l’asta stessa) che con la sua ombra indica l’ora sugli orologi solari. Anche, può essere un palo o una colonna oppure un obelisco la cui ombra, proiettata in terra, permette di misurare la posizione del Sole in cielo.

È sicuramente lo strumento astronomico più antico e diffuso grazie al quale si poterono ben presto studiare i due moti apparenti del Sole: quello diurno, dovuto al moto di rotazione della Terra su se stessa, e quello annuo, dovuto al moto di rivoluzione della Terra intorno al Sole.

Leggi Tutto »
No Comment

Informazioni Storiche (1)

Il più antico oroscopo genetliaco che si conosce è babilonese ed è datato al 29 aprile 410 a.C.
Si tratterebbe del Tema astrale del figlio del re cassita [1] Adad-shuma-usur.
La tavoletta di argilla sulla quale è inciso il testo cuneiforme dell’oroscopo si trova attualmente in Inghilterra, alla Bodleian Library di Oxford (Tablet collection n. 251).

Leggi Tutto »
No Comment

Quale oroscopo per Gesù?

La mia relazione tenuta a Firenze alla Biblioteca del Palagio di Parte Guelfa il 21.01.2001

Due ipotesi sulla probabile data natale (e di morte) di Gesù, la prima assecondando la “datazione corta”, la seconda quella “lunga” (che lo vorrebbe nato addirittura nel 12 a.C., peraltro una data verso la quale alcuni studiosi stanno da tempo strizzando l’occhio). Una cronaca, un’esposizione di alcuni strumenti astronomico/astrologici che abbiamo a disposizione riguardo questo affascinante e misterioso tema.

Leggi Tutto »
No Comment

Astrologia come qualità del tempo

La Facoltà di Architettura dell’Università di Napoli ovvero il Dottorato di ricerca in composizione architettonica, mi ha chiesto un articolo per la loro rivista online BLOOM. Il tema del numero monografico è “Cielo/Tempo“, e contiene validi articoli ognuno che “vede” il cielo e il tempo sotto varie angolazioni.

Leggi Tutto »
No Comment

La vocazione: tracce per una sua individuazione nel Tema natale

La mia relazione tenuta al XIII Convegno Astrologico Torinese “Vocazione e lavoro“, Torino, Italia, 1 Giugno 2013 (pubblicata negli Atti).

Lavoro: impiego di energia per raggiungere uno scopo ben preciso, ovvero attività materiale o intellettuale per mezzo della quale si producono beni e servizi e che viene esplicata in cambio di una retribuzione. Deriva dal latino labor, col significato di fatica, in questo caso quella occorrente per poter portare a casa il pane quotidiano.

Vocazione: dal latino vocatio, da vocare, cioè ‘chiamare’, da vox, ‘voce’. Si intende con questo una particolare sensibilità, un’innata passione, sentimento o trasporto verso un certo tipo di vita, di missione, sentendosi il soggetto come chiamato verso essa da una voce interiore.

Nel Tema natale possiamo rintracciare queste due categorie (lavoro e vocazione) seguendo due strade.

Leggi Tutto »
No Comment

Tema Integrato: piccoli punti, grandi letture

La mia relazione tenuta al XII Convegno Astrologico Torinese “Astrologia della coppia“, Torino, Italia, 9 Giugno 2012 (pubblicata negli Atti)

Per “piccoli punti” intendo non solo quegli elementi oroscopici conosciuti come Parti Arabe, ma anche quei supporti tecnico-interpretativi come, per esempio, le Direzioni Simboliche o gli Asteroidi, elementi che presi e usati ovviamente cum grano salis sono in grado di dare una mano a meglio comprendere dinamiche e risvolti altrimenti non comprensibili o non sufficientemente elaborabili,

Leggi Tutto »
No Comment
No Comment

Il mito di Ercole e la precessione degli equinozi

Un mio articolo pubblicato su “Linguaggio Astrale” n. 142 – Primavera 2006

Ercole (Herakles, Eracle in greco) è il più celebre degli eroi greci, figlio di Zeus e di Alcmena, donna mortale nipote di Perseo. Si racconta che Zeus, invaghitosi della bella Alcmena, approfittando dell’assenza del marito di lei, Anfitrione, prese le sue sembianze e giacque con lei per una notte che egli fece durare quanto tre.

Leggi Tutto »
No Comment

Il decimo pianeta? Probabilmente lo conoscevamo già da duecento anni

Un mio articolo pubblicato su “Sestile” n. 147 – Novembre 2005

In un mio articolo apparso su “Linguaggio Astrale” n. 131 (estate 2003) e che potete trovare anche nel mio sito, dal titolo “L’abbinamento Segni/Pianeti. Divagazioni sul tema“, trattavo, tra le altre cose, la possibilità che l’asteroide Cerere potesse diventare il “pianeta governatore” del Segno della Vergine, così che sarebbe poi mancato all’appello un solo pianeta, e precisamente quello del Segno dei Pesci.

Leggi Tutto »
No Comment

La natura degli Aspetti

Un mio articolo pubblicato su “Linguaggio Astrale” n. 119 – Estate 2000

Una delle regole fondamentali dell’Astrologia è quella che fa riferimento all’analogia. Diciamo infatti che esiste una analogia fra i Segni e le Case: la prima Casa è analogica al primo Segno, l’Ariete; la seconda Casa è analogica al secondo Segno, il Toro; la terza Casa è analogica al terzo Segno, i Gemelli, ecc., ecc.

Leggi Tutto »
No Comment

La Cosmologia Etrusca

La mia relazione tenuta al III Congresso Internazionale della Federazione Astrologica dell’Europa del Sud (FAES) Milano, Italia, 6-7 Novembre 2004.

Fra gli Etruschi […] e noi [Romani, n.d.a.] c’è questa differenza: noi riteniamo che i fulmini scocchino quando c’è stato uno scontro di nuvole, essi credono invece che le nuvole si urtino per far scoccare i fulmini. Infatti, dal momento che attribuiscono ogni cosa alla divinità, essi sono convinti non già che le cose abbiano un significato in quanto avvengono, ma piuttosto che avvengono perché debbono avere un significato” (Seneca, Nat. Quaest., 2, 32).

Leggi Tutto »
No Comment

L’abbinamento Segni-Pianeti. Divagazioni sul tema

Un mio articolo pubblicato su “Linguaggio Astrale” n. 131 – Estate 2003

Quanto qui esposto non ha nessuna intenzione di entrare nel merito dei Domicili planetari né delle loro Esaltazioni, tanto meno ha la pretesa di sconvolgere i concetti, vecchi o nuovi, che stanno alla base delle signorie planetarie sui Segni. Tuttavia tratta degli abbinamenti Segno/Pianeta, tema peraltro già sviluppato con argomentazioni molto interessanti da altri autori.

Leggi Tutto »
No Comment

I fiori dello Zodiaco

Un mio articolo pubblicato sul “Bullettino” della S.T.O. “Società Toscana di Orticoltura”, n. 10 – Dicembre 1996

Nella cultura rinascimentale europea, e in special modo nelle opere di Paracelso, era naturale considerare l’esistenza di un rapporto di “significazione” tra il mondo vegetale e l’uomo, o più dettagliatamente tra alcune piante e alcune parti del corpo umano.

Leggi Tutto »
No Comment

Quale oroscopo per Lorenzo il Magnifico?

La mia relazione tenuta al I Convegno Regionale della Delegazione Toscana del C.I.D.A., Firenze, Italia, 13 maggio 2000 (pubblicata negli Atti)

La ‘vita quotidiana’ nella quale ritrovare quelle tracce astrologiche di cui oggi stiamo parlando è anche e soprattutto quella dei principi, dei regnanti, loro sì in grado di avere astrologi cosiddetti ‘di corte’ che potevano e dovevano stilare oroscopi del signore di turno onde aiutarlo a prevenire o a far fronte alle situazioni rischiose.

Leggi Tutto »
No Comment

Il Tema annuale Solilunare

La mia relazione tenuta al I Convengo Astrologico Torinese, Torino, Italia, 2 Giugno 2001 (pubblicata negli Atti)

L’argomento che qui desidero esporvi fa parte del vasto campo dei sistemi interpretativi usati per la determinazione del tempo degli eventi. Così i Transiti, le Direzioni, le Progressioni, le Rivoluzioni Solari e quelle Lunari, altro non sono che alcuni dei metodi nati per agevolare la ricerca in questo campo.

Leggi Tutto »
No Comment

Il mito di Etana di Kish o l’eterno ritorno

Un mio articolo pubblicato nella rivista “Linguaggio Astrale” n.91 – Estate 1993

Eroe nazionale babilonese, 13° re-sacerdote della prima dinastia di Kish, “la città che gli dèi formarono” (“ala i-ci-ru“, che è poi anche il titolo originale del poema in questione), Etana rappresenta uno dei primi “legami sacri” fra l’uomo e la divinità.

Leggi Tutto »
No Comment

Il mito di Adapa di Eridu o il Quadrato di Pegaso

Un mio articolo pubblicato nella rivista “Linguaggio Astrale” n.89 – Inverno 1992

Nel 1887 a Tell el-Amarna (o Ankh Atun, sulla riva destra del Nilo, non lontano, seppur sull’altra riva, da Ermopoli, la città sacra a Thot), furono ritrovate, nei resti dell’archivio di Amenofi III (che regnò dal 1408 al 1372 a. C.) e di Amenofi IV (o Akhenaton, e che regnò dal 1372 al 1354 a.C.), alcune copie frammentarie relative a vecchi miti di epoca kassita (popolazione di origine iranica dominante la Mesopotamia del XVI secolo a.C.) usati come testi di esercizio nelle scuole degli scribi del faraone: tra questi, citiamo i miti di Nergal ed Ereshkigal (rispettivamente dio e dea della vegetazione) e quello, appunto, di Adapa di Eridu.

Leggi Tutto »
No Comment
No Comment

La concezione cosmologica egiziana

Un mio articolo pubblicato su “Linguaggio Astrale” n. 81 – Inverno 1990

Argomento tra i più complessi, vero campo minato per chi, incautamente, si appresti a entrarvi, la cosmologia egiziana (e la cosmologia in genere) riveste comunque un’importanza non certo di poco conto specie se vista come terreno fertile da cui può trarre nutrimento la pianta dell’Astrologia. Le limitate conoscenze sia in materia geografica che astronomica costringevano i popoli dell’antichità a sviluppare una concezione cosmologica basandosi più che altro su ciò che avevano a portata di mano.

Leggi Tutto »
No Comment